N.T. Cinema D.M. 123/2009

La regia cinematografica è il lavoro mediante il quale dalla sceneggiatura si passa al film, ossia "dalla carta allo schermo". Ha a che vedere con le scelte artistico-visive della narrazione filmica, l'organizzazione e la durata delle inquadrature, e inoltre, in caso di film di finzione, guida l'interpretazione degli attori. Basandosi ancora sulla sceneggiatura, il regista decide il tipo di inquadratura e di sonoro in presa diretta (spesso anche in caso di doppiaggio successivo, laddove la registrazione funziona da colonna guida), la durata delle sequenze, l'ambientazione, il modo in cui attori e comparse devono interagire tra loro e con il set, al fine di costruire una storia credibile e coerente affinché lo spettatore possa seguire con piacere (e con sorpresa o affezione e immedesimazione) la vicenda narrata dall'autore della sceneggiatura.

Normalmente, vi sono diverse prove di recitazione per gli attori, precedenti o già sul set, dalla lettura a tavolino all'uso di controfigure e cascatori secondo i diversi stili di regia che vanno da un'interpretazione rigorosa della sceneggiatura all'improvvisazione, ovvero dal ripetere senza varianti le battute previste al recitare a canovaccio. Allo stesso tempo il regista, in consultazione con il direttore della fotografia, decide l'angolazione e la lunghezza focale da cui riprendere, guardando nella cinepresa (o nella telecamera) o utilizzando un mirino esterno. Lo stesso avviene con il piazzamento dei microfoni per la registrazione del sonoro. Stabiliti i piani di messa a fuoco e la profondità di campo necessaria al movimento dell'attore (o al contrario, secondo la preferenza del regista, aggiustato il movimento dell'attore a quello della macchina da presa), il regista dà l'ordine di far partire la scena dicendo tradizionalmente la sequenza di comandi: "silenzio" (al quale segue un cicalino e l'illuminazione di una lampada di servizio per far tacere tutti i rumori e impedire l'accesso al luogo di ripresa), "motore" (al quale segue l'avvio delle macchine di ripresa visive e sonore, confermato dagli addetti con la risposta "partito"), "ciak" (al quale segue l'uso del ciak atto a numerare le inquadrature e sincronizzarle con il sonoro) e "azione" (che fa partire effettivamente la scena con i movimenti degli attori e degli oggetti e della macchina da presa). Finita (o interrotta per qualche errore o incidente) la ripresa il regista dà lo "stop".

Anche se per molti anni si è girato al buio, rimandando alla visione dei giornalieri la sera in sala di proiezione, la decisione finale su quale sia la migliore ripresa delle varie ripetizioni, oggi è più solito controllare con monitor e auricolari durante la ripresa, e spesso anche subito dopo con la registrazione video di servizio (nonostante magari si stia girando in pellicola), la qualità del risultato prima di passare all'inquadratura successiva.

Lavoro

I diplomati della Scuola svolgeranno attività professionali in diversi ambiti, sia nella libera professione artistica, sia nel campo delle arti visive e nelle attività creative, nonché  collaborando, in rapporto ai diversi campi di applicazione, alla programmazione, progettazione e attuazione degli interventi specifici della pittura, tanto nel campo degli strumenti legati alla tradizione, che delle nuove tecnologie e delle nuove espressioni linguistiche riscontrabili nelle manifestazioni nazionali ed internazionali. Le Accademie organizzeranno, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento delle specifiche professionalità e definiranno ulteriormente, per ogni corso di studio, specifici modelli formativi.

I diplomati della Scuola di pittura svolgeranno attività professionali in diversi ambiti, sia nella libera professione artistica, sia nel campo delle arti visive e nelle attività creative, nonché collaborando, in rapporto ai diversi campi di applicazione, alla programmazione, progettazione e attuazione degli interventi specifici della pittura, tanto nel campo degli strumenti legati alla tradizione, che delle nuove tecnologie e delle nuove espressioni linguistiche riscontrabili nelle manifestazioni nazionali ed internazionali. L’Accademia organizzerà, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento delle specifiche professionalità e definiranno ulteriormente, per ogni corso di studio, specifici modelli formativi.

Gli sbocchi lavorativi offerti dall’Accademia di Belle Arti Fidia sono molteplici e, oltre a quelli più tradizionali legati alla formazione dell'artista vero e proprio (arti visive, plastiche, decorative, dello spettacolo), comprendono le infinite figure professionali legate alla produzione artistica attraverso le moderne tecnologie.

In linea generale si può certamente dire che il settore offre un ampio spettro di professionalità da inserire in circuiti operativi di diversa natura: cinema, teatro, media televisivi e radiofonici, ma anche animazione locale e territoriale, restauro, promozione di eventi .

Uno degli sbocchi privilegiati resta sempre quello della libera professione.

Buone possibilità d’impiego si possono trovare nell'ambito dell'editoria (tradizionale e multimediale) specialmente per ciò che concerne la grafica e la fotografia .

Figure professionali affascinanti e altamente specializzate sono quelle legate alla gestione e salvaguardia del patrimonio artistico (il Curator ) e alla progettazione di spazi urbani ed extraurbani secondo un punto di vista tecnico e artistico insieme (il Landscape Designer).

Il titolo accademico di I Livello può essere utile alla partecipazione ai Concorsi promossi da Enti Pubblici e Privati.

Ad esempio:

- Selezioni per Scenografo-Arredatore-Costumista, bandite dalla RAI, da reti televisive private, o da Associazioni Teatrali ed Enti, ecc.

Professionalità

Il regista è il responsabile artistico e tecnico di un'opera audiovisiva che può essere cinematografica, televisiva o di un videoclip musicale, di un corporate video (film industriale) o di un documentario. Dirige gli attori e coordina il set, controllando il lavoro dei collaboratori e imposta e dirige la/le riprese e Inquadrature: è sovente considerato il vero e proprio autore di un film.

Il regista, o autore, ha la massima autorità dal momento in cui inizia a girare un film sino al termine delle riprese, sebbene egli solitamente intervenga anche prima e dopo tale periodo; di fatto i registi più interessati alle potenzialità artistiche del loro prodotto hanno sovente collaborato in prima persona alla stesura della sceneggiatura, nella progettazione delle scenografie oppure nella selezione dello staff tecnico.

Nel corso delle riprese il regista fornisce tutte le istruzioni necessarie allo svolgimento delle diverse attività ausiliarie; infatti, pur non essendo uno specialista, conosce a fondo le possibilità di ciascun settore della produzione e comunica le proprie intenzioni ai vari responsabili in modo da ottenere l’effetto desiderato. Una delle principali responsabilità che gli spettano è naturalmente la direzione degli interpreti, sui quali grava il peso della riuscita espressiva del film.

Il regista dispone inoltre di un gruppo di assistenti che lo aiutano a svolgere diverse funzioni specifiche: l’assistente alla regia, per esempio, in collaborazione con la produzione, predispone le condizioni effettive affinché abbiano luogo le riprese, per tutta la durata delle quali è costantemente al fianco del regista anche la script-girl, cui spetta il compito di verificare che gli attori rispettino il copione (script).

Immatricolazione

Possono iscriversi solo gli studenti che abbiano precedentemente superato il test d’ingresso o per accesso diretto chi possiede un diploma di Maturità d'Arte applicata, Maturità Artistica, Licenza di istituto d'arte, Liceo artistico sperimentale.

Le iscrizioni al primo anno per gli studenti che hanno sostenuto il test d’ingresso sono aperte dalla data di pubblicazione dei risultati sino al 30 novembre.

Non possono iscriversi gli studenti che abbiano superato il test d’ingresso presso altro istituto.

Le iscrizioni al primo anno per gli studenti che hanno accesso diretto sono aperte dal 18 luglio al 30 settembre. Lo studente, che s’iscrive per la prima volta a un corso dell’Accademia di Belle Arti FIDIA riceve un numero di matricola e il libretto d’iscrizione, validi per tutta la durata della sua permanenza nell’Accademia in qualità di studente.

Il libretto d’iscrizione e valido altresì come:

- documento di riconoscimento interno e nei rapporti con le strutture e gli uffici del diritto allo studio;

- documento contenente i principali dati relativi alla carriera dello studente da utilizzare nei rapporti con le strutture didattiche e gli uffici dell’Accademia.

La domanda d’immatricolazione va compilata, stampata e successivamente deve essere inviata a mezzo raccomandata A/R o consegnata brevi manu agli Uffici di Segreteria dell’Accademia di Belle Arti FIDIA completa degli allegati e dei versamenti previsti:

- Studenti che hanno sostenuto e superato il test d’ingresso: ENTRO LE ORE 12 DEL GIORNO 11 novembre;

- Studenti che hanno accesso diretto: ENTRO LE ORE 12 DEL GIORNO 15 ottobre.

Presentazione del Piano degli Studi istituzionale

La presentazione del piano di studi individuale avviene entro il 30 novembre. Senza la presentazione del piano di studi lo studente non è abilitato all’iscrizione alla sessione di esami dei corsi disciplinari previsti per il percorso formativo. Il Piano degli Studi viene confermato ogni anno di norma entro il mese di luglio del precedente anno accademico. Lo stesso Consiglio, sentite le Scuole e i Dipartimenti, può proporre variazioni in linea con il D.M. 3.7.2009. N.89 e successivi sui Settori Disciplinari.

Frequenza

Ai sensi delle direttive ministeriali vigenti lo studente ha l’obbligo di frequenza dell’80% delle lezioni frontali previste per ogni tipologia di attività didattica disciplinare (teorica, teorico-pratica, laboratoriale). Pertanto lo studente e tenuto a firmare la presenza e il docente a segnalare allo studente l’eventuale superamento del carico di assenze individuali nei modi e nei tempi opportuni per consentire allo studente stesso il recupero delle lezioni ovvero altre modalità di recupero (come lo studio e/o l’applicazione pratica personale autonoma) al fine di portare a compimento l’attività didattica intrapresa e maturare i crediti relativi con il superamento dell’esame nei termini e nei tempi dell’anno accademico di corso.

Trasferimenti

La scadenza delle domande di trasferimento, con allegato il foglio di congedo/nullaosta da altra Accademia di Belle Arti o da altro Ateneo, e fissata entro il 30 dicembre.

Non sono consentiti passaggi durante l’anno accademico. Per la ricomposizione della carriera di studi svolta occorre allegare alla domanda di passaggio il certificato degli esami sostenuti e dei crediti conseguiti. Il Consiglio di Scuola e/o il Consiglio Accademico valuteranno relativi crediti corrispondenti al nuovo Piano degli Studi e/o gli eventuali debiti da recuperare per il corso su cui chiede il trasferimento.

Incompatibilità

L’iscrizione ai Corsi dell’Accademia e incompatibile con l’iscrizione a qualsiasi altro corso di diploma di laurea, di diploma accademico, di diploma di istruzione secondaria superiore.

Iscrizione studenti stranieri

Il Miur ha emanato le disposizioni relative alle immatricolazioni:

- per i cittadini non comunitari residenti all’estero,

- non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia,

- comunitari ovunque residenti,

- Italiani in possesso di titolo di studio estero, presso le Università Italiane (università, istituti universitari, politecnici) e le istituzioni dell’Alta Formazione Artistica e Musicale (Accademie di Belle Arti, Conservatori, ISIA) statali e non statali autorizzate a rilasciare titoli aventi valore legale ai seguenti corsi

- corsi di diploma accademico di primo livello;

- corsi di diploma accademico di secondo livello;

- corsi singoli.

Allegati:
FileDescrizioneAutoreDimensione del FileCreatoModificato il
Scarica questo file (1 Piano studi Cinema.pdf)1 Piano studi Cinema.pdf Super User588 kB2016-10-20 08:462016-10-20 08:46
Scarica questo file (Esami di ammissione ai corsi di 1-2.liv.pdf)Esami di ammissione ai corsi di 1-2.liv.pdf Super User601 kB2016-10-17 19:512016-10-17 19:51
Scarica questo file (Iscrizione Anni Successivi di 1-2.liv.pdf)Iscrizione Anni Successivi di 1-2.liv.pdf Super User538 kB2016-10-17 19:512016-10-17 19:51
Scarica questo file (Iscrizione e Immatricolazione primo anno di 1-2.liv.pdf)Iscrizione e Immatricolazione primo anno di 1-2.liv.pdf Super User789 kB2016-10-17 19:512016-10-17 19:51
Scarica questo file (Iscrizione Studenti stranieri Comunitari e non soggiornanti regolarmente in Italia mod_B_bis.pdf)Iscrizione Studenti stranieri Comunitari e non soggiornanti regolarmente in Italia mod_B_bis.pdf Super User190 kB2016-10-17 19:522016-10-17 19:52
Scarica questo file (Iscrizione Studenti stranieri non Comunitari mod_A_bis.pdf)Iscrizione Studenti stranieri non Comunitari mod_A_bis.pdf Super User161 kB2016-10-17 19:522016-10-17 19:52