Master

Il Master Accademico è un Corso di Perfezionamento artistico e di alta formazione permanente previsto dal comma 7 dell’art 3 del DPR 212, la cui durata può essere semestrale, annuale, biennale a seconda del progetto didattico-professionale. L’Accademia può attivare Master di I livello (MA1), destinati a studenti in possesso di Diploma accademico di I livello, e Master di II livello (MA2), destinati a studenti in possesso di Diploma di II livello.

Attivazione del Master Accademico

Un Corso di Master Accademico di I o di II livello viene istituito su proposta del Consiglio di Scuola competente. La proposta, comprensiva dell’ordinamento didattico, viene approvata dal Consiglio Accademico, sentito il Consiglio di Amministrazione per quanto di sua competenza, unitamente alla relazione del Nucleo di Valutazione, e trasmessa al Ministero per la verifica della congruità con le apposite linee guida predisposte dal CNAM.

Un Corso di Master viene proposto sulla base di un progetto ove siano definiti:

la denominazione e gli obiettivi formativi specifici;

il profilo professionale alla cui formazione il Master è finalizzato;

le dimensioni della domanda studentesca potenziale;

le competenze di docenza necessarie e quelle disponibili;

le risorse di personale, tecniche, edilizie ed economiche necessarie e quelle disponibili;

il piano di fattibilità del Master.

L’attivazione del Master e il relativo decreto direttoriale devono indicare:

l’ordinamento didattico del Corso in termini di insegnamenti, attività formative e laboratoriali con relativi CFA;

la durata e il periodo di svolgimento del Master;

il numero massimo di partecipanti;

le modalità di accesso dei partecipanti;

l’ammontare delle quote di iscrizione;

la sede di svolgimento del Master che può essere anche diversa da quella dell’Accademia;

il nome del docente Responsabile e la composizione del Consiglio di Corso.

La ripetizione del Master in periodi successivi è subordinata ad una sua valutazione ed alla conseguente approvazione da parte del Consiglio di Corso, del Consiglio Accademico e del Consiglio di Amministrazione, sulla base della relazione del Nucleo di Valutazione.

Conseguimento del Diploma di Master Accademico

Per conseguire il Diploma di Master Accademico lo studente deve aver acquisito non meno di 60 o 120 CFA relativamente alla durata annuale o biennale del Master, in aggiunta a quelli già acquisiti dallo studente e riconosciuti validi per il relativo Master Accademico, fatte salve diverse disposizioni ministeriali.

La prova finale, di cui al successivo art. 17 del presente Regolamento, consiste nella realizzazione di un progetto artistico-culturale finalizzato agli obiettivi formativi del Master approvato dalle strutture didattiche di riferimento, sotto forma di produzione e saggio grafico-scrittografico, sotto la cura di due diversi relatori, che dimostri l’acquisita preparazione artistico-professionale inerente alle finalità del corso. La discussione avrà luogo pubblicamente davanti ad una commissione di almeno cinque docenti designati dalla struttura dipartimentale competente e nominata dal Direttore dell’Accademia.

I contenuti ed i requisiti della prova sono definiti nell’ordinamento didattico del corso deliberato dal Consiglio di Scuola competente, approvato dal Consiglio Accademico.

Strutture didattiche di produzione e di ricerca

Il Corso è organizzato e seguito dai seguenti organismi:

il Direttore del Master che vigila sul corretto funzionamento del corso, assume la responsabilità della sua gestione e presenta al Consiglio Accademico la relazione finale sui risultati conseguiti.

Il Consiglio del Master, composto dai docenti interessati i quali, oltre alla funzione didattica, esercitano, nell’ambito del corso, una funzione di coordinamento organizzativo delle attività formative e laboratoriali.

Finanziamento

Al finanziamento delle spese connesse alla gestione ed al funzionamento del Master si provvede con introiti derivanti dall’imposizione di quote d’iscrizione e contributi a carico degli iscritti, nonché con risorse, e sovvenzioni, provenienti da Enti ed Istituzioni esterne, anche sotto forma di attività di sponsorizzazione.