Michele Licata

biografia

Nasce nel 1944 a Comiso (RG), compie gli studi artistici presso l’istituto Statale d’Arte di Comiso con i maestri, Germano Belletti e Biagio Brancato e altri. Dopo aver lavorato a Comiso insieme ad altri giovani nei laboratori di via Ferreri, allestendo 69 mostre fra personali e collettive. Dal 1966 si dedica ad organizzare interventi culturali ed organizza la prima personale del pittore contadino Francesco Giombarresi nella biblioteca comunale a Comiso. Nello stesso periodo, viene chiamato ad insegnare discipline plastiche e pittoriche presso l’Istituto Statale d’Arte di Vibo Valentia. Nel 1993 inizia l’avventura del “grande sogno” quello di istituire nella provincia di Vibo Valentia un’Accademia di Belle Arti, sogno che si realizza nel 1997/98 con il riconoscimento legale da parte del Ministero dell’Università e della Ricerca. L’Accademia di Belle Arti sarà intitolata al grande architetto-scultore greco “FIDIA”. Dal 1977 dirige l’Istituto d’Arte per il mosaico di Monreale (PA) e dopo pochi mesi viene chiamato a dirigere l’istituto Statale d’Arte di San Giovanni in Fiore (CS) e nel 1982, dopo qualche anno quello di Vibo Valentia dove tutt’ora vive e lavora. Dal 1960, oltre alle molte mostre personali, partecipa a numerose collettive a carattere regionale e nazionale ricevendo premi e riconoscimenti. Negli anni novanta realizza molte opere: Il restauro della chiesa e la scultura lignea della Madonna del Carmelo riportandola all’antico splendore, nel comune di Stefanaconi (VV). Dal S.E. il Vescovo della Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea Mons. Domenico Tarcisio Cortese gli viene affidato l’incarico della realizzazione delle vetrate (circa ottanta) del Duomo della città di Mileto (VV) che termina in quattro anni di studio e lavoro. Nello stesso Duomo relizza due lunette di circa 12 mq. ciascuna dove sono raffigurate, in una la storia e gli stemmi della di diocesi Mileto-Nicotera-Tropea. Altre vetrate li realizza nella chiesa di San Nicola di Calimera (VV); e nella stessa chiesa realizza un monumento funerario in terracotta per Mons. Mottola e un pannello in bronzo rappresentante l’ultima cena per l’altare. Nello stesso periodo realizza il fonte battesimale in pietra di Comiso per la chiesa di San Pietro – Bivona (VV), il ritratto in bronzo del Salesiano Don Mellano, che trovasi nella piazza di Santa Maria a Vibo Valentia e il ritratto in bronzo dello scrittore Vibonese Vincenzo Ammirà. Dal 1977, fa parte del gruppo nuovo di scultori e pittori, “ la new generation ”. Nel 2006 organizza insieme alla comune di Stefanaconi il I simposio nazionale “Percorsi d’Arte” della stessa città di Stefanaconi (VV) ed è presente con una sua opera esposta mello spazio antistante il comune. Nello stesso anno è presente alla collettiva “Una scuola una generazione” Aula “Pietro Palazzo”, insieme ad altri dieci amici di Comiso, mostra curata da Luciano Marziano, E. Giannì, G.Corallo. Nel 2007, a seguito alla mostra di Comiso “Una scuola una generazione” che dà il via al Collettivo Comisano BAI, e’ presente insieme agli altri amici ad un ciclo di mostre itineranti tenutosi: San Cataldo (CL) con testi di L.Bontà e D. Gulizia dal titolo “Coralità Riemerse”. – Arcidosso (GR) con testo di G. Corallo dal Titolo “Esperienze Parallele”. – Gorizia con testo di Nicoletta Bressan dal titolo “Il collettivo Comisano BAI: “Una Generazione a Confronto”. Vibo Valentia “L’individualità della comunicazione” con testi di G.Livoti e G.Neri. nel 2010 partecipa alla collettiva “I Notturni delle Muse” Reggio Calabria. Nel 2010 realizza una stele commemorativa nel centenario della nascita di Giuseppe Garibaldi, opera realizzata in Terracotta dove sono raffigurate le gesta e le battaglie dell’eroe dei due mondi, nel comune di Melito Porto Salvo (Reggio Calabria). Alla sua opera si sono interessati vari quotidiani e riviste specializzate, ed è inserito in diverse pubblicazioni d’Arte. Hanno scritto sulla sua opera O. Bologna, Biagio Brancato, Domenico Romano Carratelli, Paolo Cenciarelli, Gionbattista Corallo, Onofrio Defina, Saverio di Francia, Eugenio Giannì, Gioacchino Di Stefano, Luciano Festuccia, Michele Gioia, Luciano Marziano, Biagio Micieli, Giuseppe Micieli, Nuccio MULA, Giuseppe Neri, Giuseppe Orefice, Giuseppe Sarlo, Luigi Talarico, Roberto Vasapollo, D. Gulizia, A. Lauretta, T. Giardina, F. Spena, N. Bressan, A. Crescenzi, F. Bardelli. Incarico dal 05/2015

curriculum

 

nomina incarico

 

relazione anno 2017

 

archivio relazioni